aprile 2017
L M M G V S D
« gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Cenni storici

BREVI CENNI STORICI SULLA NOSTRA OBBEDIENZA MASSONICA

 Nel 1949, conclusosi il conflitto bellico, la Nostra Obbedienza già legata al Gran Maestro De Cantellis Carlo 33° successore di Raul Vittorio Palermi riprendeva i Lavori con Forza e Vigore.

Su iniziativa del Duca Armandi Attilio 33° di Levizzano ( 1949 - Ω 1958), il quale fondava a Genova, (Palazzo Penco), il Grande Oriente D’Italia della Massoneria di Rito Scozzese Antico ed Accettato accorpò la Serenissima Gran Loggia Nazionale.

Al Duca Armandi Attilio 33° di Levizzano ( 1949 - Ω 1958 ) gli succedevano senza soluzione di continuità, l’On. Terzaghi Michele 33° ( 1958 - Ω 1963 ),  il Comm. Bustreo Gianni 33° ( 1963 - Ω 1981 ), il Comm. Manoli Salvatore 33° (  1981- Ω 1996) anno in cui la Suprema Dignità di Sovrano Gran Commendatore del Rito e Gran Maestro dell’Ordine veniva ricoperta dall’attuale Conservatore del Rito.

La Comunione negli anni ha consolidato rapporti Nazionali ed Esteri, rimanendo sempre ancorata alla Iniziazione Solare e, quale Ordine Cavalleresco, pratica il Rito Scozzese Antico ed Accettato i cui aderenti sono esclusivamente di sesso maschile.

Alla propria Obbedienza operano le Logge Simboliche o Azzurre guidate dal Venmo e Pot∴mo Gran Maestro mentre le Camere, Capitoli, Areopaghi, Tribunali e Concistori sono all’Obbedienza del  Elett∴mo e Pot∴mo Sovrano Gran Commendatore.
La nostra Obbedienza
ha ispirato e promosso la costituzione del Consiglio Europeo per la Conservazione della Tradizione Massonica .