giugno 2017
L M M G V S D
« gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Musica

   - LA MUSICA MASSONICA -

Woldang Amadeus Mozart 

“Uscirò dal cerchio della società, mi separerò dal suo modo di pensare, formerò una setta che non solo ponga Mozart in alto, ma che non conosca altri che Mozart.”
Kierkegaard

“Solo Mozart sarebbe stato il compositore ideale per il Faust, l’unico capace di dare al poema una versione in musica che non ne disperdesse il vero significato.”  “Il grande successo del Flauto Magico mi ha spinto a interrompere la stesura del Faust per scriverne un proseguimento tutto dedicato all’amicizia e all’amore. Adesso il manoscritto è pronto, ma il caro Mozart è morto.”
J. W.  Goethe

Sotto l’aspetto filosofico Mozart è ancora più straordinario del Mozart creatore di opere sublimi. Mai la sorte ha presentato più a nudo l’anima di un genio. Il corpo era insignificante in quello straordinario crogiolo di doti che ebbe nome Mozart.”
Stendhal

K 148 “0 heiliges Band”
(”0 Sacro Vincolo”)
“0 Sacro Vincolo dell’amicizia dei fedeli Fratelli della più alta gioia e pari delizia dell’Eden amico della fede, ma mai in contrasto con il mondo conosciuto ed ancora pieno di mistero sì, conosciuto ed ancora pieno di mistero.”
Sul manoscritto autografo si legge: Canto di lode solenne per la Loggia di San Giovanni. Venne composto nel 1772 quando Mozart aveva solo 16 anni.

 

K 429 “Dir, Seele des weltalls”
(”A Te anima dell’Universo”)

Coro:
“A Te anima dell’Universo, o Sole! oggi viene dedicato a Te il primo solenne canto! o potente, senza di Te noi non vivremmo; da Te solo viene fecondità calore e luce!” Aria: “Noi ti ringraziamo per la gioia perché vediamo di nuovo la terra nel manto primaverile, perché i tiepidi venti di dolci ghirlande fiorite ci portano il profumo che dona tutti i tesori; perché ogni fascino profonde la buona Natura perché si sveglia ogni desiderio e tutto salta e ride nell’opulenta campagna.”

K 468 “Gesellenreìse”
(”Viaggio del Compagno d’Arte”)

“Voi che vi avvicinate adesso a un nuovo grado di conoscenza, andate con sicurezza sul vostro sentiero, sapendo che é il sentiero della saggezza. Soltanto l’Uomo instancabile può avvicinarsi alla sorgente di Luce.”

K 471 “Die Maurerfreude”
(”La Gioia del Massone”)

Aria Tenore:
“Vedere come la natura scopre piano piano il suo volto allo sguardo dello scienziato attento, come egli con alta sapienza riempie pienamente la sua mente ed il cuore con la Virtù. Questo è il pascolo degli occhi del Massone, vera ardente gioia del Libero Muratore”

Recitativo:
“Vedere, come la Sapienza e la Virtù, alle quali i Massoni indirizzano il loro discepolo con amore, dicono: prendi amato questa corona dalle mani del nostro figlio più anziano. Questo é il giubileo dei Muratori, questo è il trionfo del Massone.”

Coro con aria di Tenore:
“E per questo cantate e giubilate Fratelli lasciate arrivare fino alla più segreta ara del Tempio il giubilo del canto, lasciatelo risuonare fino alle nuvole Cantate, alloro ha intrecciato il saggio, con alloro ha avvolto le tempie del saggio libero Muratore.”

K 477 “Maurerische Trauermusik”
(”Musica per Funerale Massonico”)

K 483 “Zerfliesst heut’ geliebte Bruder”
(”Sciogliete oggi carissimi Fratelli”)

“Sciogliete oggi carissimi Fratelli, / in letizia inni di giubilo; / la beneficienza di Giuseppe / ha per noi, nel cui petto / brucia un triplice fuoco / coronato di nuovo la nostra speranza.
Con cuori e parole unite / sia cantato questo cantico di lode a Giuseppe / al Padre che ci ha uniti più stretti insieme / Fare il bene è il più bello dei doveri / egli ce lo vedeva compiere con ardore / e ci incorona con mano amorevole.
Grazie a tutti quelli che hanno vigilato con noi / rinfocolando la fiamma della virtù / e che erano un esempio per noi / dai quali ogni passo / sul sentiero della Muratoria / nasceva da una sorgente di bene fraterno. La più profonda ed attiva aspirazione / di innalzarsi fino a loro / è il più gioioso grazie per tutti / Perciò triplicando
le forze / incominciamo i nobili lavori / e smettiamo il lieto canto…

K 484 “Ihr unsre neue Leiter”
(”Oh, Voi nostri nuovi Dignitari”)

“Oh, Voi nostri nuovi Dignitari / ora vi ringraziamo per la vostra fedeltà / conduceteci sempre avanti sul sentiero della virtù / così ogni uomo gioisca di nuovo nella catena / che lo unisce a gente migliore / e gli addolcisce il calice della vita.
Insieme con il sacro giuramento noi pure promettiamo / di costruire il grande edificio / Sollevateci sulle ali della verità / fino al trono della saggezza. / Così che noi otteniamo la sua sacra ara / e diveniamo degni della sua corona / se siete benevoli contro la gelosia / voi pure mandate via la malizia del profano / mandate pur via la malizia del profano.”

K619 “Kleine Deutsche Kantate”
(”Piccola cantata tedesca”)

“Voi che venerate l’incommensurabile / Creatore dell’Universo / chiamato sia Jehova, sia Dio, / chiamato sia Fu, sia Brahma, / ascoltate, ascoltate le parole dalla tromba dell’Onnipotente! / Forte suona attraverso Terra, Luna, Sole, / il suo suono eterno / ascoltate uomini, sentitelo uomini anche voi / amatemi nelle mie opere / amate Ordine, Equanimità, Armonia / AMATEVI, AMATEVI, AMATEVI VOI STESSI / ed i vostri Fratelli! / La forza fisica e la bellezza siano i vostri ornamenti / La ragione determini la vostra nobiltà / porgetemi la mano fraterna / dell’eterna amicizia / che soltanto un’illusione e non la verità / vi ha sottratto così a lungo. / Rompete il vincolo di questa illusione / stracciate il velo di questo pregiudizio / spogliatevi dell’abito / che traveste l’umanità in settarismo / In Hiram ríforgiate il ferro / che finora ha versato il sangue fraterno / fate scoppiare la roccia / colla polvere nera / che spesso ha sparato il piombo / letale nel cuore fraterno! / Non crediate che sulla mia Terra / ci sia sventura: / L’Insegnamento fa bene solo / se sprona ad azioni migliori / se, uomini che camminate nella sventura / retrocedete stupidamente
ciechi / abbiate un pungolo che vi spinga avanti, avanti. / Siate saggi, siate forti / e siate Fratelli! / Allora riposerà su di voi / tutta la mia benevolenza / allora lacrime di gioia / inumidiranno di nuovo le guance / allora i vostri lamenti / diventeranno suoni di giubilo / allora cambierete i deserti in valli dell’Eden / allora nella natura / vi sorriderà tutto. / Allora, allora, allora sarà stata raggiunta / allora sarà stata raggiunta / la vera felicità della vita.”

K 613 “Eine kleine Freimaurerkantate”
(”Una piccola cantata del Massone”)

Coro e soli:
“Ad alta voce annunzia la nostra gioia / l’allegro suono degli strumenti, / ogni cuore di fratello sente / l’eco di queste mura. / Perchè noi consacriamo questo luogo / tramite la catena d’oro della fratellanza / e la vera umiltà dei cuori / oggi nostro Tempio.”

Recitativo tenore:
“Per la prima volta, nobili Fratelli, ci accoglie questa nuova sede della Saggezza e della Virtù. Noi consacriamo questo luogo come santuario del nostro Lavoro, dove si deve decifrare il grande segreto. Dolce è la sensazione del Massone in una giornata festiva come questa, che salda di nuovo la catena della fratellanza più stretta; dolce il pensiero che l’umanità ha trovato di nuovo un posto tra gli uomini; dolce il ricordo del luogo, dove ogni cuore di fratello decide quello che era quello che è e quello che sarà, dove l’esempio lo istruisce, dove il vero amore fraterno si cura di lui e dove la virtù più sacra, la prima virtù, la beneficenza, regna nello splendore silenzioso.”

Aria:
“Questa divinità onnipotente non è basata / sul rumore, splendore e frastuono / no, nel silenzio culla / e dona il bene all’umanità. / Silenziosa divinità, il tuo esempio / onora interamente l’anima del Massone / perché tu scaldi con mite sole / sempre il suo cuore in dolce piacere.” Recitativo-tenore-basso: “Orsù, voi Fratelli, lasciatevi completamente andare nella beatitudine dei vostri sentimenti, perché non dimenticate mai di essere Massoni. Questa festa di oggi sia un monumento del nuovo e stretto legame. Esiliata sia per sempre l’invidia, l’avarizia e la calunnia dalla nostra anima di Massoni, la concordia stringa forte il profondo legame, che tesse puro amore.” Duetto tenore-basso: “A lungo questi muri saranno / testimoni del nostro lavoro / e per farlo durare in eterno / viene inaugurato in concordia. / Dividiamo ogni incarico / col massimo amore / allora riceviamo con dignità / qui dall’Oriente la vera Luce. / Per ottenere questa risultato / incominciate lietamente il lavoro / e chi lo ha già incominciato / l’incominci oggi di nuovo. / Abbiamo abituato in questo luogo / il nostro cuore e le nostre parole / completamente alla virtù / quindi l’invidia è spenta / ed appagato del tutto / è il desiderio che corona la nostra speranza.”

K 623 Anhang “Lasst uns mit geschlungen Handen”
(”Fratelli mano nella mano”)

“Fratelli, finiamo questo lavoro / mano nella mano / col giocondo suono di giubilo / Questa catena circondi / come questo sacro luogo / pure tutto il globo terrestre. / Onorare la virtù e l’umanità / insegnare a sé stesso ed agli altri l’amore / sia sempre il nostro dovere. / Allora affluisce la Luce non soltanto ad ovest / ma anche a sud ed a nord.”

Per la discografia:
Mozart: Complete masonic music / London Symphony orchestra
Istvan Kertesz cond. Secca Record SXLI 6909

Fonti:
Einstein - Mozart - Ricordi ed.
E. Dent - I1 teatro di Mozart - Rusconi
Stendhal - Vita di Mozart - Passigli
M. Mila - W.A.Mozart - Ed. Studio Tesi
Rivista Massonica nn. 7/1969 e 9/1977
G. Lanza Tomasi - La musica massonica in Mozart - in Atti del convegno “Massoneria e Musica” - Soc. Ed. Erasmo
B.V.G. - E Mozart disse: non è 1a mia - in Pietre 7/1979
J.W. Goethe - Colloqui con Eckermann - Sansoni